Nemo propheta in patria

Posted by – 9 gennaio 2017

Il Sindaco riscopre la sua vocazione pubblicitaria (leggendarie sono rimaste le agende realizzate da privato cittadino…) e inonda il paese di Calendari realizzati dalla amministrazione comunale.
Nella lettera che accompagna la consegna del Calendario 2017 in tutte le case di Coreno a cura dei lavoratori-voucher, il Sindaco richiama “la volontà di raccontare quello che, tutti insieme, amministratori comunali e cittadini, abbiamo fatto e continuiamo a fare per promuovere e valorizzare il nostro paese“.
E la dimostrazione è proprio il Calendario che non si sa da chi è stato ideato, impaginato e stampato… Non certo dai creativi o dagli studi grafici o dai fotografi o dagli stampatori di Coreno a cui pure si sono rivolti alcuni esercizi commerciali di Coreno!
Insomma, un bell’esempio da parte dell’amministrazione! Bello non proprio perché il Calendario oltretutto è orrendo: fotografie di pessima qualità, testi indecenti, impaginazione infantile. Solo autoesaltazione mal riuscita.

Sarebbe interessante sapere quanto è costato questo capolavoro, a chi è stato commissionato e quali sono stati i criteri di scelta dell’affidamento.
La minoranza è interessata?

Share on Facebook

Altro che 100 giorni!

Posted by – 10 gennaio 2015

La “nuova” amministrazione si è insediata 2 anni, 8 mesi, 27 giorni fa

Share on Facebook

Di cosa parliamo quando parliamo di Perlato Coreno

Posted by – 22 settembre 2013


Fonte: Achille Germanelli, imprenditore

Geologi, tecnici e imprenditori possono segnalare integrazioni o correzioni
scrivendo a: segnalazioni@corenese.it

Share on Facebook

Senza parole

Posted by – 19 settembre 2011

Istruttivo dialogo a distanza tra Borghezio in gonnella e Pilato in bermuda…

 

 

Share on Facebook

“Persona non gradita”

Posted by – 20 agosto 2011

Ieri sera, 19 agosto 2011, nella villa comunale, durante la presentazione di un libro (su cui -ahimè- torneremo) il Vice-sindaco, sig. Francesco Lavalle, si è avvicinato al sottoscritto e dopo avermi intimato di non registrare l’evento che stava per iniziare ha testualmente dichiarato che io ero “persona non gradita”. Testimoni, tra gli altri, Gaetano Ruggiero e Michele Lavalle.
Ora, è vero che da un po’ di tempo mi sento quasi in esilio: che con questa amministrazione mi sento quasi in un paese straniero: ma ora è una certezza.
Delle due, una: o il sig. Francesco Lavalle non sa quello che dice non trovando più conforto nel carisma calante della consorte “laureata”, o il Vice-sindaco, sig. Francesco Lavalle, parlava nell’esercizio delle sue funzioni.
In entrambi i casi dovrà rispondere di questa grave intimidazione nelle sedi opportune.
Personalmente, perché si è dimostrato uomo intollerante nei confronti delle critiche che questo blog ha rivolto alla moglie non come persona ma come giornalista o come relatrice in un pubblico convegno.
Politicamente, perché ha dimostrato che l’amministrazione di cui fa parte si sente padrona non solo del Comune, ma di tutto il paese, crede di poter disporre degli spazi pubblici come del cortile di casa propria, dove tutti i cittadini di Coreno sono ospiti: alcuni graditi, altri no.
Non è così.

Share on Facebook