Category: Politica

Ma allora, tutti possono fare il sindaco?

Posted by – 11 Novembre 2019

Sorelle d’Italia.

No, pare proprio di no!
“E’ stato posto un quesito in ordine al corretto uso della fascia tricolore.  In particolare, è stato rappresentato che un consigliere comunale, delegato alla cultura, ma non membro della giunta, dovrebbe utilizzare la fascia per partecipare ad iniziative popolari in altro Paese della Regione…”
Ebbene, “Allorquando il sindaco sia assente o impedito temporaneamente ai sensi dell’art. 53, c. 2, del T.U.O.E.L., spetta solo al vice sindaco fregiarsene.”
Cfr. https://dait.interno.gov.it/pareri/97062

Ma proprio tutti?

Il fratello d’Italia

Nessuno escluso!

Il cugino alla lontana.
Share on Facebook

Da “Corenesi di fuori” a Corenesi fuori di…

Posted by – 10 Novembre 2019

Il vecchio prof. Costanzo continua a salire in cattedra (ma è quella sgangherata de La Serra) per dare voti voti e pagelle e attestati di sinistra ad allievi recalcitranti a riconoscergli il ruolo che si è autoattribuito.
Ci spiace dover assistere quasi in diretta al decadimento (non fisico o anagrafico che non è in discussione) delle analisi politiche del vecchio militante comunista che sono tracimate dalle vette marxiane o marxiste o almeno socialiste alle paludi del familismo e del nepotismo.
Come si fa a definire fallimentare la gestione decennale della giunta Corte? Oppure, di sinistra la gestione ecumenica della giunta Costanzo?
Ma dove vive Giuseppe Costanzo? Chi lo informa?
Già nel numero scorso dello stesso giornale di regime aveva riabilitato a sinistra l’ex sindaco e assessore Michele Lavalle… Oggi si cimenta con un compito ben più arduo: rovesciare la realtà definendo opportunisti dei ragazzi di sinistra in buona fede e di sinistra una amministrazione opportunista e maggioritariamente di destra.
Peccato.

Share on Facebook

Perché non possiamo non dirci perplessi con la nuova amministrazione.

Posted by – 1 Novembre 2019

Share on Facebook

Sursum corda

Posted by – 16 Settembre 2019


Il 14 settembre, quasi a conclusione del turbinio di feste che ha costellato nel bene e nel male l’estate corenese, si è svolta la festa del PD. Una festa in tono minore, quasi clandestina, nascosta tra gli alberi della villa comunale e imperniata per una sola giornata, anzi per un pomeriggio, su una festa per bambini e un convegno sull’ambiente.
Qualcuno ha ricordato ai dirigenti del PD di Coreno che il partito ha vinto le elezioni amministrative con una lista che ne è una emanazione diretta, guidata dal suo esponente più in vista?
E qualcun altro ha fatto presente ai dirigenti del partito che a livello nazionale il PD è tornato al governo, che salvo colpi di testa porterà a termine la legislatura con provvedimenti e leggi di importanza storica come la legge elettorale, i provvedimenti economici, gli interventi sull’immigrazione, l’elezione del presidente della Repubblica?
Un po’ di entusiasmo!!

Share on Facebook