Nemo propheta in patria

Il Sindaco riscopre la sua vocazione pubblicitaria (leggendarie sono rimaste le agende realizzate da privato cittadino…) e inonda il paese di Calendari realizzati dalla amministrazione comunale.
Nella lettera che accompagna la consegna del Calendario 2017 in tutte le case di Coreno a cura dei lavoratori-voucher, il Sindaco richiama “la volontà di raccontare quello che, tutti insieme, amministratori comunali e cittadini, abbiamo fatto e continuiamo a fare per promuovere e valorizzare il nostro paese“.
E la dimostrazione è proprio il Calendario che non si sa da chi è stato ideato, impaginato e stampato… Non certo dai creativi o dagli studi grafici o dai fotografi o dagli stampatori di Coreno a cui pure si sono rivolti alcuni esercizi commerciali di Coreno!
Insomma, un bell’esempio da parte dell’amministrazione! Bello non proprio perché il Calendario oltretutto è orrendo: fotografie di pessima qualità, testi indecenti, impaginazione infantile. Solo autoesaltazione mal riuscita.

Sarebbe interessante sapere quanto è costato questo capolavoro, a chi è stato commissionato e quali sono stati i criteri di scelta dell’affidamento.
La minoranza è interessata?

Share on Facebook

Closed