Più banda che larga

«Il ritardo con cui si investe nella banda larga è anche frutto di qualche
piccolo conflitto di interesse». Gianfranco Fini.

Vediamo se abbiamo capito:
La Regione Lazio finanzia con i soldi
dei cittadini il Cosilam che realizza
una rete wirelesse in alcuni comuni
del cassinate. Si allacciano gratuitamente
le istituzioni locali e il resto delle frequenze
si dà in appalto a una società privata che
le rivende a caro prezzo ai privati cittadini
che così pagano due volte un servizio
oltretutto poco efficiente. Il tutto mentre
in molte città italiane le regioni, le province
e i comuni offrono punti accesso gratuiti…

Si accettano smentite.

Share on Facebook

Lascia un commento