Botta e risposta

Ringrazio il sindaco Domenico Corte per la risposta al mio articolo pubblicato sulla Serra (edizione natalizia) e Salvatore Ruggiero per la precisazione riguardo alcuni passaggi dell’anzidetto articolo; la prima apparsa in maniera tempestiva (dopo 3 mesi; nel frattempo non sono più a Torino, ma a Genova!) e la seconda come sfoggio di dialettica e di egocentrismo.
Come ho precisato su di un blog di discussione comune (e nello stesso articolo), il mio scritto non è stato redatto per sollevare un polverone e ‘sparare a zero’ sull’attuale e precedente amministrazione comunale; il mio fine era ed è quello di riportare delle critiche costruttive a problemi comuni tra i giovani, sensazioni che si respirano camminando tra le strade del nostro paese; mi spiace che questo mio intento sia caduto nella banalità degli interlocutori e visto come un tentato attacco all’operato dell’amministrazione attuale (cosa che invece ho iniziato e continuerò con successivi articoli).
Salvatore Ruggiero scrive nel suo ultimo intervento sulla Serra che solo per rispetto della verità, mi trovo costretto a dover reclamarla paternità del brano e ad affermare (cosa che faccio, naturalmente, con piacere misto ad orgoglio), che l’autore di quel contributo (datato estate 2009) sono io; vorrei dire a Salvatore che io non ho fatto altro che riportare la verità e ciò che, solo da poco, so di esser stato realizzato da Salvatore. Non credo di aver detto alcuna falsità, se avessi saputo che l’autore dello scritto era un certo Salvatore Ruggiero avrei indicato questo nome come fonte. Il punto critico è un altro: se avessi saputo che i dati da me riportati erano stati (e sono) ‘realizzati’ da Salvatore avrei utilizzati gli stessi per la mia misera analisi? Sicuramente in un futuro articolo avrò modo di affrontare la situazione demografica di Coreno Ausonio, in quell’occasione cercherò di esser più esaustivo possibile e sicuramente le mie fonti saranno differenti!
Invece, le parole del sindaco mi lasciano stupito.
Ancora una volta devo ripetere parole già dette e ripetute più volte; sicuramente l’economia non è una scienza ‘pura’ come altre, ma da secoli viene utilizzata per affiancare e supportare le scelte che determinate persone (ad esempio i politici, proprio per la loro attività) sono chiamate ad intraprendere.
L’economia, nel senso più largo del termine, pone le basi per interpretare i fenomeni che si sviluppano nel tempo, per capirne le cause e  per individuare eventuali piani di azione.
Soffermarsi a criticare e tralasciare la motivazione vera per la quale viene riportato la citazione al premio nobel, a mio avviso, misura il basso livello intellettuale di chi effettua la critica stessa (ma c’è poco di critica qui). La possibilità di vincere il Nobel è stata utilizzata da parte mia come mezzometaforico per introdurre un determinato discorso. A Coreno quanti giovani o vecchi hanno giocato a pallone da piccoli? Quanti di loro hanno sognato di giocare in serie A? forse quasi tutti, questo non vuol dire che tutti giocheranno in serie A, ma ciò non impedisce loro di giocare a pallone… sempre se il paese dispone di un campo da calcio!!!
I politici locali e non sono chiamati a risolvere problemi della collettività che rappresentano, non devono aspettare che qualcun altro faccio il lorolavoro; ad esempio da parte di giovani volenterosi (questo è un qualcosa in più). È facile dire quello che ha scritto il sindaco alle mie parole: Vorrei chiedere al sindaco o a chiunque mi sappia rispondere: ma cosa sta facendo il comune di Coreno per i ragazzi come me? Cosa propone di offrire domani, il prossimo anno, tra due anni?  Rispondere che i giovani stanno facendo molto per il comune e per la collettività è sviare l’attenzione da ciò che l’amministrazione ha realizzato fino ad adesso. Come mai non ho avuto unarisposta con dati oggettivi, ma solamente una risposta atta a sminuire l’operato di tanti ragazzi (che anche non volendo… e potrei riportare esempi concreti) che per propria volontà o per costrizione sono stati costretti aduscire dal proprio paese? Quali sono i progetti iniziati, portati a termine? Perché non ho avuto nessun commento rispetto l’articolo sui rifiuti (forse l’amministratore del sito ha inabilitato l’accesso al sindaco e a tutta l’ amministrazione)?

La critica va fatta a tempo; bisogna disfarsi del brutto vizio di criticare
dopo (Mao Tse-Tung)

Tanti auguri di buona Pasqua, soprattutto a tutte le persone che sono
costrette a star lontane dai propri cari.

Alessandro Di Massa

Share on Facebook

Lascia un commento