Coco

Antonio Parente

Volto e attributi di fauno, zi’ Coco suonava il piffero tra una “macera” e l’altra che tirava su nella sua “pessione” alle Cerquelle, “stroppando” la montagna per strappare un po’ di terra coltivabile alle pietre.
Su quella terra piantò ulivi, vigne e alberi da frutta. E costruì una “casella”. E scavò un pozzo. Tutto da solo.
Coco non aveva figli. Come i fauni.
Share on Facebook

Lascia un commento