Giuseppe Lavalle

Zio Peppe di Geremia faceva mille mestieri (oltre che contadino a tempo pieno,
faceva il muratore, il barbiere, il norcino, il tosatore e castratore di asini,
il meccanico e lo stagnino).
Era un un uomo mite e saggio che dispensava, se richiesto, consigli e ammonimenti.
Per il resto parlava poco: si accendeva solo nel racconto della Grande Guerra che aveva vissuto nelle trincee dell’alta Italia.

Share on Facebook

Lascia un commento