La vittoria di Belzebù

Non è nostra intenzione rovinare la “festa di ringraziamento” ai sostenitori di Paese Nuovo che l’hanno appena celebrata in linea con la neo-religiosità di molti esponenti che una volta dichiaravano il loro ateismo…
Ma c’è poco da ringraziare! E, soprattutto, chi ringraziare, se, come sembra, le elezioni le ha vinte Belzebù, l’eterno nemico?
Basta contare i voti di preferenza di due candidati del PD alle elezioni europee: due candidati non ufficiali del PD in questo territorio e che si possono far risalire propio a Belzebù e al suo strambo assistente…
Resta inevasa una domanda. Perché il segretario provinciale del PD, nonché candidato a sindaco, si è accorto solo ora dell’esistenza di “poteri forti” coalizzati contro di lui? Sottovalutazione? Mani legate? Patti traditi? Sono domande che si pongono in molti. Soprattutto gli esponenti della coalizione che non si riconosce nel PD di Coreno e che aveva creduto alla consistenza della leadership ufficiale.
Ai militanti del PD la magra consolazione di denuciare ai probiviri del partito gli esponenti che hanno votato e fatto votare contro una lista civica guidata dal segretario provinciale del PD.

Share on Facebook

Lascia un commento